Spedizioni gratuite sopra i 50 €      Un albero piantato per ogni prodotto acquistato

Cerca
Close this search box.
ho voglia di:
Spedizione gratuita sopra i 50 €
Un albero piantato per ogni prodotto acquistato

La storia ed i tipi di vibratore: Un Viaggio nel Passato e nel Presente del Piacere

Benvenuti a un viaggio affascinante nel mondo dei vibratori, dove esploreremo la storia e i tipi di questi oggetti di piacere. I vibratori non sono solo giocattoli moderni per adulti; infatti, hanno una lunga storia che risale a più di cento anni fa. Da semplici strumenti medici a dispositivi di piacere rivoluzionari, i vibratori hanno fatto molta strada nel corso degli anni. Durante il nostro viaggio, scopriremo come i vibratori sono stati utilizzati inizialmente come strumenti medici per curare varie condizioni, tra cui l’isteria femminile, prima di evolversi in articoli di piacere. Esploreremo anche i diversi tipi di vibratori disponibili oggi sul mercato. 

Unisciti a noi mentre sveliamo la storia intrigante dei vibratori e scopriamo come questi oggetti ci aiutano a esplorare e celebrare la sessualità in modo sicuro e piacevole. Sia che tu sia un novizio o un esperto, questo sarà un viaggio che non vorrai perdere.

 

Il vibratore, oggetto di piacere sessuale così come lo conosciamo oggi, ha una storia affascinante e sorprendente che risale a diversi secoli fa. Ciò che potrebbe sorprendere molti è che il vibratore non è stato originariamente inventato per scopi sessuali, ma come strumento medico per trattare disturbi di salute fisica e mentale. La sua evoluzione da dispositivo medico a giocattolo erotico è stata influenzata da una serie di fattori culturali, sociali e tecnologici nel corso dei secoli.

Le antiche origini del vibratore

Le origini del vibratore possono essere rintracciate fin nell’antichità. Si dice che i Greci e i Romani abbiano utilizzato oggetti vibranti come pietre e piume per stimolare le parti intime. Tuttavia, il vibratore come lo conosciamo oggi ha radici più recenti, risalenti al 19° secolo.

 

Nascita del vibratore medico

Durante il XIX secolo, i medici europei e americani iniziarono a sviluppare dispositivi per trattare l’isteria femminile, una diagnosi comune attribuita alle donne che manifestavano una vasta gamma di sintomi, tra cui ansia, irritabilità, nervosismo e altro ancora. Si credeva che l’isteria fosse causata da un eccesso di tensione sessuale non soddisfatta e che il rilascio di questa tensione potesse alleviare i sintomi.

Nel 1870, il dottor George Taylor introdusse il primo vibratore a vapore brevettato, chiamato “Manipolatore a Vapore”, progettato per trattare l’isteria attraverso la stimolazione genitale. Questo dispositivo a vapore era ingombrante e richiedeva l’assistenza di un medico, ma rappresentava un passo importante nella storia del vibratore.

Durante la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, i vibratori elettrici divennero sempre più diffusi e accessibili. Tuttavia, l’uso dei vibratori per trattare l’isteria cadde in discredito nel corso del tempo, a causa dell’avanzamento della comprensione medica e delle critiche riguardo alla pratica. Nonostante ciò, i vibratori continuarono a essere venduti come apparecchiature mediche per il sollievo dell’affaticamento e dei dolori muscolari.

Il vibratore come giocattolo sessuale

Negli anni ’60 e ’70, con la rivoluzione sessuale e l’apertura verso la sessualità femminile, i vibratori iniziarono a essere commercializzati come giocattoli sessuali, anziché come dispositivi medici. Questo cambio di percezione ha portato alla creazione di vibratori più estetici e discreti, progettati per il piacere sessuale anziché per la terapia medica.

Nel XXI secolo, i vibratori sono diventati parte integrante della cultura sessuale occidentale. Sono disponibili in una vasta gamma di forme, dimensioni e materiali, adattandosi alle preferenze individuali e offrendo una varietà di funzioni, come la stimolazione del punto G, la vibrazione del clitoride e molto altro.

L’arrivo del vibratore “rabbit” negli anni Novanta segnò un’altra svolta: il sex toy con le orecchie da coniglio per la stimolazione simultanea interna della vagina ed esterna della clitoride divenne popolare grazie alla sua comparsa in un episodio della celebre serie tv Sex and the City.

Per la prima volta nel piccolo schermo veniva affrontato il tema in modo leggero e aperto, spogliando il vibratore di tutti i tabù e delle false credenze e rendendolo un oggetto alla portata di tutte le donne.

E oggi? Anche se ci sono ancora tanti tabù sull’utilizzo del vibratore, nell’opinione pubblica è molto più accettato, e non solo per il piacere personale: riduce lo stress, migliora la qualità del sonno e contribuisce al benessere fisico e psichico dell’individuo.

Inoltre, per quanto riguarda i benefici all’interno della coppia, i sex toys possono aggiungere una scintilla di novità e curiosità che stimola il desiderio ed il gioco, tanto da essere utilizzati anche nelle terapie di coppia.

Quindi, la prossima volta che pensi al tuo vibratore, ricorda: è molto più di un semplice giocattolo. È un simbolo di libertà, esplorazione e gioia!

Esplorando le diverse tipologie di vibratore

Se è vero che le vibrazioni producono piacere e che oggi, fortunatamente, sempre più donne utilizzano strumenti per il piacere senza vergognarsene, è altrettanto vero che i modelli presenti sul mercato sono numerosi e scegliere non è sempre facile.

I vibratori sono disponibili in una vasta gamma di forme, dimensioni e funzionalità, progettati per soddisfare una varietà di preferenze individuali e per offrire esperienze uniche di piacere sessuale.

Diamo un’occhiata ai vari tipi di vibratori, perché scegliere quello perfetto può essere un’avventura tanto divertente quanto gratificante!

Vibratore classico per il piacere profondo

Scopri il vibratore classico

Ti piace la stimolazione interna? Allora, sei un tipo da vibratore… classico per il punto G Questo vibratore, infatti, è ideale per una stimolazione profonda: semplice e lineare, ha una struttura ad un’asta.

I vibratori a punto G sono specificamente progettati per stimolare la zona del punto G, una zona erogena all’interno della vagina che può portare a orgasmi intensi e profondi. Questi vibratori di solito hanno una curva pronunciata verso la punta per raggiungere facilmente il punto G e possono essere realizzati con varie texture e materiali per soddisfare le preferenze individuali.

Il più delle volte è disegnato con una leggera curvatura per raggiungere più facilmente la zona del punto G (area cuv).

Vibratore clitorideo: l'importanza del preliminari

Un vibratore clitorideo è la scelta ideale per aggiungere un pizzico di magia ai preliminari o ai massaggi erotici.

I vibratori clitoridei sono progettati per la stimolazione diretta del clitoride, che è spesso considerato il centro del piacere sessuale femminile.

Utilizzato assieme a vibratori interni sa dare il meglio di sé: compatto, discreto e versatile, è progettato per stimolare tutte le zone esterne che desideri: dalla clitoride alla vulva, dal glande a qualsiasi altra parte del corpo che richieda attenzioni speciali.

Ma c’è di più: hai mai sentito parlare della variante da dito? Si indossa proprio come un anello sul dito per donare una sensazione vibrante al tocco. Oppure, per le coppie, può essere indossato come anello vibrante per il pene, per aggiungere una stimolazione sulla clitoride.

Scopri i vibratori clitoridei
Scopri il vibratore da dito
Scopri gli anelli vibranti per pene

Vibratore rabbit: il piacere a doppia stimolazione

Il vibratore rabbit è un vibratore amatissimo dalle donne e perfetto se ti piace la stimolazione simultanea interna ed esterna. Da un lato regala la sensazione di penetrazione, dall’altra la stimolazione esterna della clitoride, grazie alla seconda punta vibrante.

Il vibratore rabbit è in continua evoluzione, integrando sempre più funzionalità e tipi di stimolazioni come punti rotanti, palline massaggianti, modalità riscaldanti, punte pulsanti e tanto altro ancora, per darti il massimo del piacere con le sue stimolazioni!

Scopri i vibratori rabbit

Vibratore indossabile: piacere da portare con te

Scopri gli ovetti vibranti

Se sei alla ricerca di un sex toy in grado di suscitare l’eccitazione e favorire la complicità di coppia, il vibratore indossabile è quello che fa per te. Disponibile sia come “ovetto” con o senza codina esterna per la stimolazione della clitoride, o come palline vaginali vibranti, è la soluzione perfetta per giochi di coppia anche fuori dalle mura domestiche.

I vibratori indossabili sono progettati per essere indossati all’interno della vagina o sopra i genitali esterni durante l’attività sessuale o la stimolazione da soli. Questi vibratori possono essere controllati tramite telecomando o app per smartphone e offrono un’esperienza di piacere hands-free sia per l’utente che per il partner.

Basta inserire il toy all’interno della vagina e lasciare il comando delle vibrazioni al partner grazie ad un telecomando o ad apposite applicazioni per smartphone. Provalo al ristorante durante una cenetta romantica o per coinvolgere il partner in caso di relazioni a distanza!

Scopri le palline vaginali vibranti

Succhiaclitoride: misterioso piacere

Scopri i succhia clitoride

Ecco svelato un segreto: il succhiaclitoride non un vero e proprio vibratore ma fa parte di una categoria di sex toy rivoluzionari. Il succhiaclitoride agisce con una funzione aspirante grazie al movimento di una membrana che, vibrando, produce una stimolazione delicata trasmessa da una bocchetta da appoggiare esternamente sulla clitoride, per un intenso e profondo piacere.

Vibratore anale e plug anali: un piacere tutto da scoprire

I vibratori e i plug anali sono progettati per la stimolazione dell’ano e della zona circostante. Sono disponibili in una varietà di dimensioni e forme, con caratteristiche come perline rotanti, onde e diverse velocità di vibrazione. I vibratori anali possono essere utilizzati per il piacere individuale o durante il sesso anale con un partner. La differenza tra un vibratore ad uso vaginale ed uno ad uso anale è la caratteristica base allargata, per un inserimento anale sicuro. Infatti la zona anale non ha un “fondo” come la vagina e l’inserimento di sex toy non idonee potrebbe essere rischioso, in quando il giocatollo potrebbe essere “risucchiato”. 

Scopri i sex toy per la stimolazione anale

Conclusioni: Il vibratore, l'invenzione del piacere

La storia del vibratore illustra la complessa intersezione tra medicina, sessualità e cultura. Da uno strumento medico utilizzato per trattare disturbi psicofisici, il vibratore ha attraversato un’evoluzione culturale significativa per diventare un oggetto di piacere sessuale e di esplorazione personale. Oggi, il vibratore continua a essere un simbolo di emancipazione sessuale e di innovazione tecnologica, rimanendo al centro delle discussioni sulla sessualità e sul piacere personale.

Condividi:

AMIOE BLOG

Ti potrebbe interessare anche

Close Carrello
Close Wishlist
Chiudi Visti di Recente
Close
Close
Categories
×